© 2018 by GMGProgettoCultura.

Proudly created with Wix.com

ArtIS snc - Via Annone 6/A 00199 Roma

PIVA 09352611009

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Instagram Social Icon

AUDITORIUM VIA VENETO

SPAZIO CULTURA - ROMA

Museo Aziendale Fintecna S.p.A.

Via Veneto 89 | spaziocultura@fintecna.it | 06.42126630

LO SPAZIO CULTURA

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon

Dal 2014, Fintecna S.p.A. - Gruppo Cassa Depositi e Prestiti ha avviato un lavoro di recupero e valorizzazione del patrimonio artistico societario che ha condotto all’apertura di un luogo espositivo permanente: l’Auditorium Via Veneto Spazio Cultura.

 

La sede museale riunisce tre collezioni che il gruppo IRI - Istituto di Ricostruzione Industriale (oggi Fintecna S.p.A.) commissionò tra gli anni Cinquanta e Settanta, periodo in cui le aziende riconoscevano e valorizzavano il ruolo dell’arte.

Le opere d’arte, così riunite, testimoniano l’avanguardistico ingresso degli artisti nella comunicazione d’impresa e indagano le trasformazioni sociali in atto negli anni del miracolo italiano: i dipinti realizzati per la rivista “Civiltà delle Macchine” pubblicata prima da Finmeccanica e poi da Edindustria; le sculture nate dalla collaborazione tra la società siderurgica Italsider e gli artisti; infine le opere commissionate dalla società marittima Finmare per i grandi transatlantici Conte Biancamano, Leonardo da Vinci, Raffaello e Michelangelo (per le quali è attivo un comodato con la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma).  

 

Dal 2015, la collezione dell’Auditorium è entrata a far parte del circuito Museimpresa, Associazione che individua e promuove le aziende che considerano il proprio patrimonio culturale una risorsa e un capitale.  L’Auditorium ha ricevuto già dei riconoscimenti: nel 2015 la mostra Ingegni d’Arte è entrata nella short-list del Premio Cultura+Impresa, evento annuale proposto da Federculture; nel 2016 ha ottenuto una menzione speciale ai Corporate Art Awards per il recupero dei valori che hanno ispirato il rapporto Arte-Business negli Anni Cinquanta in Italia.

 

La creazione di uno spazio espositivo aziendale ha portato al recupero e alla fruizione pubblica delle opere precedentemente conservate nei depositi MiBACT, e ha condotto Fintecna ad avviare importanti sinergie con istituzioni culturali, Fondazioni, Università e artisti: così da  divenire un centro di ricerca e di attività culturali che intendono sostenere la responsabilità civica delle imprese nei confronti della collettività e incrementare l’educazione all’arte contemporanea.


L’allestimento del museo aziendale e delle mostre temporanee è stato curato da ArtIS-GMGProgettoCultura.